Regalo di Natale: affreschi nel sottotetto del Castello.

22 12 2011

Nell’augurare a tutti un Natale sereno e gioioso oltre ad un buon nuovo anno, desidero ringraziare le persone che hanno visitato bentivogliopaese e che hanno collaborato alla sua realizzazione.

Zeno Cazzola me l’aveva raccontato: “Nel Castello c’erano due torrette, ma il Rubbiani le fece demolire durante i restauri. Nel sottotetto ci sono ancora gli affreschi mozzati”.  I disegni e le foto scattate prima dei restauri dimostravano l’esistenza delle torri. E gli affreschi?

Parlando un giorno con Simone Audino (Comune di Bentivoglio), mi conferma che gli affreschi ci sono. Organizziamo così un sopralluogo.

Un pomeriggio di novembre siamo in quattro ad avventurarci nel sottotetto del Castello: io, Simone Audino, Roberto Lucia (Te-Ze) e Luana De Angelis (Istituto Ramazzini). Si accede da una botola posta nel corridoio stretto e lungo che porta alla sala “Dei cinque camini”. L’accesso è proprio in corrispondenza della torretta che era posta sull’ala SUD.  Qui non c’è nessun affresco, alcune pareti sono nere e sembra che in passato ci sia stato un incendio.

Per andare verso la seconda torretta occorre scavalcare le catene delle capriate che sorreggono il coperto dell’ala EST.  Capriate bellissime con doppio ometto e catene costituite da più elementi, assemblati ad incastro. Arriviamo nella zona posta sopra l’ingresso dell’asilo, qui c’era l’altra torretta.

Le pareti sono interamente affrescate. Si tratta di motivi ripetuti raffiguranti drappi di colore rosso o verde disposti su una cornice tipo sipario aperto, oltre ad  immagini femminili sedute o semisdraiate di colore bianco. Vi sono anche delle figure dorate quali, ad esempio, un caspo di pannocchie e un medaglione con un profilo maschile.

A noi sembrano affreschi settecenteschi, ma occorrerà verificalo. Probabilmente proprio per questa ragione il Rubbiani  fece demolire le torrette: per togliere degli ampliamenti realizzati successivamente al periodo rinascimentale.

Di questi affreschi non se ne parla in nessun testo. Come non pubblicare le foto scattate?

Questo vuole essere il nostro piccolo regalo di Natale, con l’auspicio che possa essere l’inizio della ricerca riguardo un buco storico su Bentivoglio, mai colmato:  il periodo sei-settecentesco, il periodo dopo i Bentivoglio e prima dei Pizzardi.

Miria Cervi , in collaborazione con:
Simone Audino, Roberto Lucia e Luana De Angelis.


Azioni

Informazioni

3 commenti a “Regalo di Natale: affreschi nel sottotetto del Castello.”

22 12 2011
Valerio zanna (16:40:44) :

Molto interessante questo soppralluogo che avete fatto. Ti rinnovo i complimenti per il tuo sempre costante interessamento nei confronti del nostro Bentivoglio.
Buon Natale

22 12 2011
Gian Paolo Borghi (17:48:26) :

Sono d’accordo anch’io: sono settecenteschi!
Gian Paolo Borghi

27 12 2011
Angela Montanari (18:33:34) :

Mi congratulo nuovamente con te per il meraviglioso lavoro che stai facendo e per gli interessanti affreschi che hai scoperto e dei quali ci hai voluto fare partecipi.
Grazie e tanti auguri!

Lascia un commento

Devi essere collegato per inviare un commento




Bad Behavior has blocked 527 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok