Dall’affresco alle statue

10 02 2012

Il castello di Bentivoglio, una chiesa e due statue ai lati dell’altare.

I nostri nonni li chiamavano “Al Bantvoj” e ” la Bantvoja”. Sono Giovanni II Bentivoglio e Ginevra Sforza: fermi, impassibili, inginocchiati e di dimensioni umane. Una presenza costante a guardia del loro castello, che incute un po’ di timore.

Chiesetta all’interno del Castello di Bentivoglio [Foto di Valerio Zanna]

Ginevra Sforza e Giovanni II Bentivoglio [Foto di Valerio Zanna]

Le due statue, in terracotta policroma, furono realizzate da Giuseppe Romagnoli (1872-1966) a fine ‘800, in seguito ai restauri del Castello del Rubbiani. Esse riprendono fedelmente i volti e i costumi presenti nell’affresco di Lorenzo Costa (1488) raffigurante la Madonna in trono con Gesù bambino e la Famiglia Bentivoglio.

L’affresco, di grandi dimensioni, si trova nella cappella Bentivoglio, nella zona absidale della chiesa di San Giacomo Maggiore in Via Zamboni, a Bologna. In alto è raffigurata la madonna col bambino, al centro Giovanni II Bentivoglio e la moglie Ginevra sforza, in basso gli undici figli.

A sinistra sono ritratte le sette figlie femmine (da sin. Camilla, Bianca, Francesca, Violante, Laura, Isotta ed Eleonora).

A destra sono ritratti i quattro figli maschi (da sin.  Ermete, Alessandro, Anton Galeazzo, Annibale).

Dall’affresco alle statue: dalla “Pala Bentivoglio” al “Castello di Bentivoglio”.



Regalo di Natale: affreschi nel sottotetto del Castello.

22 12 2011

Nell’augurare a tutti un Natale sereno e gioioso oltre ad un buon nuovo anno, desidero ringraziare le persone che hanno visitato bentivogliopaese e che hanno collaborato alla sua realizzazione.

Zeno Cazzola me l’aveva raccontato: “Nel Castello c’erano due torrette, ma il Rubbiani le fece demolire durante i restauri. Nel sottotetto ci sono ancora gli affreschi mozzati”.  I disegni e le foto scattate prima dei restauri dimostravano l’esistenza delle torri. E gli affreschi?

Parlando un giorno con Simone Audino (Comune di Bentivoglio), mi conferma che gli affreschi ci sono. Organizziamo così un sopralluogo.

Un pomeriggio di novembre siamo in quattro ad avventurarci nel sottotetto del Castello: io, Simone Audino, Roberto Lucia (Te-Ze) e Luana De Angelis (Istituto Ramazzini). Si accede da una botola posta nel corridoio stretto e lungo che porta alla sala “Dei cinque camini”. L’accesso è proprio in corrispondenza della torretta che era posta sull’ala SUD.  Qui non c’è nessun affresco, alcune pareti sono nere e sembra che in passato ci sia stato un incendio.

Per andare verso la seconda torretta occorre scavalcare le catene delle capriate che sorreggono il coperto dell’ala EST.  Capriate bellissime con doppio ometto e catene costituite da più elementi, assemblati ad incastro. Arriviamo nella zona posta sopra l’ingresso dell’asilo, qui c’era l’altra torretta.

Le pareti sono interamente affrescate. Si tratta di motivi ripetuti raffiguranti drappi di colore rosso o verde disposti su una cornice tipo sipario aperto, oltre ad  immagini femminili sedute o semisdraiate di colore bianco. Vi sono anche delle figure dorate quali, ad esempio, un caspo di pannocchie e un medaglione con un profilo maschile.

A noi sembrano affreschi settecenteschi, ma occorrerà verificalo. Probabilmente proprio per questa ragione il Rubbiani  fece demolire le torrette: per togliere degli ampliamenti realizzati successivamente al periodo rinascimentale.

Di questi affreschi non se ne parla in nessun testo. Come non pubblicare le foto scattate?

Questo vuole essere il nostro piccolo regalo di Natale, con l’auspicio che possa essere l’inizio della ricerca riguardo un buco storico su Bentivoglio, mai colmato:  il periodo sei-settecentesco, il periodo dopo i Bentivoglio e prima dei Pizzardi.

Miria Cervi , in collaborazione con:
Simone Audino, Roberto Lucia e Luana De Angelis.



Dalle foto agli affreschi

10 01 2011

A fine ‘800 inizio ‘900 a Bentivoglio vennero scattate  delle fotografie attorno al Castello, Palazzo Rosso e Canale Navile. Queste foto sono abbastanza note perchè oltre ad essere consultabili presso la Biblioteca dell’Archiginnasio, sono state pubblicate in una raccolta dal titolo “Bentivoglio fra ‘800 e ‘900″.

E’ invece meno nota la motivazione per la quale vennero scattate quelle foto.

Il Marchese Carlo Alberto Pizzardi volle che nella sua dimora di Bologna venisse raffigurato il paesaggio di Bentivoglio.

Quelle foto servirono così per realizzare gli affreschi in una sala di Palazzo Ratta, in Via Castiglione 29 a Bologna.

C.A. Pizzardi vi abitò fino alla sua morte, poi fu sede degli uffici dell’Amministrazione degli Ospedali e attualmente è sede dell’Azienda USL Bologna.

   

   

    

   

   

   



I cavalli rosa. Affreschi del ‘400 o di fine ‘800?

22 12 2010

Il castello di Giovanni II Bentivoglio, costruito nel 1481 e ristrutturato nel 1890-1900 da Alfonso Rubbiani, su incarico del Marchese C.A. Pizzardi, presenta ancora oggi dei punti irrisolti.

Sul fronte esterno Nord delle scuderie, vi sono delle tracce di affreschi riguardanti delle teste di cavallo disposte in sequenza.

Cavalli rosa con briglie rosse all’interno di riquadri  gialli: ormai difficilmente leggibili per via dell’esposizione agli agenti atmosferici, ma anche per l’apertura di nuove finestre avvenuta durante i restauri del Rubbiani e per gli ultimi lavori di rifacimento della copertura (2000 circa).

Chi realizzò questi affreschi? A quale epoca risalgono?

Sono di origine medievale-rinascimentale, poi bistrattati dal Rubbiani durante i restauri o sono stati realizzati e poi ricoperti dallo stesso Rubbiani alla fine del diciannovesimo secolo? Di questi cavalli rosa non se ne parla in alcun testo. Tra i disegni del Rubbiani non ve ne è nessuna traccia, nonostante fosse solito disegnare ogni piccolo dettaglio: dai fabbricati alle pareti affrescate, dagli infissi all’arredamento.

Seppur con fatica, ritengo che ancora oggi si possa immaginare come doveva apparire la parete laterale delle scuderie.

Chi e perché realizzò questi affreschi in esterno credo, invece, sia difficile scoprirlo.

cavalli rosa elaborazione grafica






Bad Behavior has blocked 527 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok